Print Friendly, PDF & Email

Faq sull’orientamento al Sabin

 

GeneraliIndirizzi scientificiIndirizzi scienze umane
Il sabato è libero per tutto il quinquiennio?
No, solamente nel biennio
Si fanno turni pomeridiani nel quinquennio?
È previsto un rientro pomeridiano per circa il 10% delle classi (a rotazione per 1 anno su 5)
C'è una succursale?
No, tutte le attività si svolgono nella sede di via Matteotti, 7
Quali agevolazioni sono previste per gli studenti pendolari?
Sono previsti permessi permanenti di entrata posticipata o uscita anticipata per gli studenti pendolari in particolari condizioni; è necessario fornire documentazione degli orari dei mezzi di trasporto che servono la località di residenza.
Cambiano spesso i professori al Sabin?
Il personale docente è in larga parte di ruolo e stabile
Sono previsti rientri pomeridiani?
I rientri pomeridiani sono previsti solo per un giorno alla settimana e coinvolgono circa il 10% delle classi (a rotazione per 1 anno su 5)
Quali attività sono previste per gli studenti con difficoltà?
Si svolgono regolarmente attività di riallineamento, recupero, e tutoraggio tra pari per gli studenti con difficoltà
Esiste un comitato genitori?
I genitori sono organizzati in un comitato che collabora stabilmente con il Dirigente Scolastico e il Consiglio d’Istituto
Quante ore bisogna studiare per poter frequentare il liceo?
Almeno tre ogni pomeriggio; in periodi particolarmente intensi anche di più.
Mio figlio ha un DSA:a quale liceo è consigliabile che si iscriva?
È opportuno che la famiglia contatti il referente DSA del liceo per valutare in base al tipo di disturbo se gli indirizzi di studio liceale sono consigliabili per il proprio figlio.
Ci sono materie che si studiano in lingua straniera, ad es.storia in spagnolo, matematica in inglese?
Sì, ma non per tutto l’anno scolastico. Alcuni moduli vengono svolti in lingua straniera con la metodologia CLIL (Content and Language Integrated Learning), generalmente nelle classi quinte.
Quali certificazioni linguistiche straniere si possono prendere nel corso del quinquennio?
PET (Preliminary English Test) e FCE (First Certificate in English) per l’inglese; DELE (Diploma Espanol Lengua Extranjera) B1 e B2 per lo spagnolo, DELF (Diplôme d’Etudes de Langue Française) per il francese.
Vengono rilasciate certificazioni informatiche?
No.
E' necessario andare bene in italiano per iscriversi al liceo scientifico/scienze applicate/sportivo scientifico?
Sì. Per frequentare un liceo, anche scientifico, delle scienze applicate e scientifico sportivo, sono necessarie l’attitudine alla chiarezza comunicativa, all’argomentazione, alla riflessione, all’astrazione. Nella scuola secondaria di primo grado (‘scuola media’) tali qualità si manifestano anche nei risultati di italiano: le competenze nella logica grammaticale, la qualità dei testi che lo studente scrive, l’interesse per la lettura sono particolarmente indicativi per capire queste attitudini.Secondo le indicazioni nazionali dei nuovi licei gli obiettivi specifici di apprendimento dell’italiano sono gli stessi per tutti i tipi di liceo; essi riguardano principalmente il sistematico e progressivo affinamento delle competenze di comprensione, interpretazione e produzione dei testi acquisito soprattutto grazie alla familiarità con lo studio della letteratura, alla valorizzazione della lettura “come risposta a un autonomo interesse e come fonte di paragone con altro da sé e di ampliamento dell’esperienza del mondo”. Diversamente negli istituti tecnici i risultati di apprendimento dell’area comune a cui appartengono l’italiano e la storia hanno l’obiettivo di portare lo studente a utilizzare il patrimonio lessicale ed espressivo della lingua italiana secondo le esigenze comunicative nei vari contesti nonché a stabilire collegamenti tra le tradizioni culturali locali, nazionali ed internazionali, sia in una prospettiva interculturale sia ai fini della mobilità di studio e di lavoro.“La lingua italiana rappresenta un bene culturale nazionale, un elemento essenziale dell’identità di ogni studente e il preliminare mezzo di accesso alla conoscenza: la dimensione linguistica si trova infatti al crocevia fra le competenze comunicative, logico argomentative e culturali declinate dal Profilo educativo, culturale e professionale comune a tutti i percorsi liceali.” (nuovilicei.indire.it: Indicazioni nazionali riguardanti gli obiettivi specifici di apprendimento dei licei)
Il liceo Scientifico con approfondimento ambientale è diverso dal Liceo Scientifico Tradizionale?
No: è a tutti gli effetti un Liceo Scientifico Tradizionale, con il piano di studi tipico di tutti i Licei Scientifici. Presenta poi un approfondimento su temi ecologico-ambientali, strutturato in moduli di circa 10 ore/anno svolti all’interno delle singole discipline e/o in modo interdisciplinare, così da permettere la comprensione dei cambiamenti in atto a livello globale, sia per quanto riguarda il paesaggio sia relativi allo sfruttamento delle risorse ed al futuro del nostro pianeta.
Qual è il profilo dello studente che esce dal Liceo Scientifico con approfondimento ambientale?
Il profilo in uscita è quello del Liceo Scientifico, con l’aggiunta di alcune competenze specifiche attinenti l’ambito ecologico-ambientale:- essere consapevoli del ruolo dell’uomo all’interno dell’ecosistema Terra e delle cause antropiche degli squilibri ambientali;- valutare l’impatto ambientale ed energetico dei nostri comportamenti quotidiani;- comprendere l’importanza della costruzione di un’etica di responsabilità e di cittadinanza attiva che porti ad un consumo consapevole e ad un sistema di vita più equo e sostenibile; – utilizzare, attraverso percorsi didattici trasversali, punti di vista diversi per osservare le tematiche relative all’uso delle risorse energetiche.
Quali caratteristiche deve avere uno studente che voglia iscriversi al liceo Scientifico?
Dovrebbe essere curioso verso le scienze e interessato a comprendere meglio i fenomeni naturali, ad approfondire le tematiche ambientali ed ecologiche e a mettersi alla prova anche nelle materie umanistiche; insomma: uno studente che vuole ottenere una preparazione completa in tutti i campi della conoscenza.
Per iscriversi al Liceo Scientifico o al Liceo delle Scienze Umane è necessario aver iniziato a studiare latino alle scuole medie?
Non è necessario. È invece necessario avere idee chiare e basi solide in italiano, in particolare in analisi grammaticale, logica e del periodo. Ad esempio lo studente deve essere in grado di riconoscere senza esitazioni le parti del discorso (nome, articolo, aggettivo, verbo, congiunzione..), saper usare i verbi in tutti tempi, modi, nelle forme attiva e passiva, distinguere gli elementi fondamentali dell’analisi logica (soggetto, predicato nominale e verbale, oggetto, principali complementi indiretti, attributo e apposizione) e la differenza tra proposizione principale, subordinata e coordinata. La programmazione di latino incomincia per tutti dall’inizio.
Il liceo delle scienze applicate è il liceo scientifico senza il latino?
Il liceo delle scienze applicate è un’opzione del liceo scientifico che “fornisce allo studente competenze particolarmente avanzate negli studi afferenti alla cultura scientifico-tecnologica, con particolare riferimento alle scienze matematiche, fisiche, chimiche, biologiche e all’informatica e alle loro applicazioni”. L’eliminazione del latino a favore della informatica non significa un minor impegno nello studio in quanto questa materia richiede rigore, metodo scientifico, ragionamento logico. È quindi necessario che chi si iscrive abbia chiaro che non si tratta di un istituto tecnico né che sta compiendo una scelta facilitante: gli obiettivi di apprendimento comuni sono uguali a quelli degli altri licei e riguardano ad esempio le competenze argomentative, le capacità di interpretare testi complessi, di padroneggiare pienamente la lingua italiana, la conoscenza degli aspetti fondamentali della cultura e della tradizione letteraria, artistica, filosofica, religiosa italiana ed europea.
Mio figlio fa allenamento quattro volte alla settimana ed è molto bravo nel suo sport,ma non va tanto bene in matematica e/o italiano nè ha tanta voglia di studiare:il liceo sportivo è consigliabile?
Meglio di no. Il liceo sportivo è in realtà una sezione del liceo scientifico quindi sono necessarie l’attitudine alla chiarezza comunicativa, all’argomentazione, alla riflessione, all’astrazione. Inoltre la disponibilità a dedicare allo studio circa tre ore ogni pomeriggio; in periodi particolarmente intensi anche di più.
Mio figlio ama stare al computer, giocare ai videogames, è un vero smanettone ma non va tanto bene in matematica e/o italiano nè ha tanta voglia di studiare:il liceo delle scienze applicate è consigliabile?
Meglio di no. Il liceo delle scienze applicate è un’opzione del liceo scientifico che richiede quindi attitudine alla chiarezza comunicativa, all’argomentazione, alla riflessione, all’astrazione. Inoltre la disponibilità a dedicare allo studio circa tre ore ogni pomeriggio; in periodi particolarmente intensi anche di più.
Quali sbocchi lavorativi offre il liceo scientifico opzione scienze applicate?
Nessuno. Al termine del liceo scientifico delle scienze applicate, infatti, non si ottiene una qualifica professionale ma un diploma di scuola secondaria di secondo grado il cui sbocco naturale è la frequenza di una facoltà universitaria. Se dopo la scuola secondaria di secondo grado si vuole un inserimento immediato nel mondo del lavoro è preferibile la scelta di un istituto tecnico ad esempio ad indirizzo informatico e delle telecomunicazioni.
Quali sono gli sbocchi occupazionali dei licei ad indirizzo sportivo?
La preparazione e il tipo di formazione acquisite possono permettere di proseguire con successo lo studio universitario, oltre che nei corsi di laurea di settore (Scienze Motorie con le relative lauree specialistiche) in tutti i corsi di laurea ad indirizzo medico, paramedico (scienze infermieristiche, fisioterapia ecc.) scientifico.
L’indirizzo scientifico sportivo può consentire la prosecuzione degli studi nell’ambito del management dello sport e anche nell’organizzazione di eventi sportivi amatoriali ed agonistici.
L’indirizzo scienze applicate sezione sportiva, grazie al notevole impegno nelle discipline scientifiche, apre maggiori possibilità negli indirizzi universitari scientifici e tecnologici.
Tab content