PREMIO ASIMOV 2020 -PREMIATI GLI STUDENTI DEL LICEO SABIN!

Print Friendly, PDF & Email

Il Liceo scientifico Sabin ha partecipato per la prima volta al Premio Asimov per la divulgazione scientifica e ha ottenuto un risultato lusinghiero: su oltre 3250 recensioni degli studenti di tutta Italia, ben cinque nostri studenti recensori si sono qualificati ai primi posti della Regione Emilia Romagna e altri cinque hanno ricevuto una menzione speciale per aver ottenuto un voto pari o superiore a 8/10!

Sul canale Youtube del Premio Asimov 2020 sono visionabili i video dei vincitori.
Complimenti ai vincitori e a tutti i partecipanti delle classi 3B, 3D, 3F e 3L (qui il tuo pdf con i vincitori)

Elena Talarico (3B), Sergio Maiorca (3Dsa) del Liceo Sabin hanno preso una votazione media (la media dei quattro voti ricevuti dalla commissione) maggiore o uguale a 9 (il totale dei voti >=9 e’ di 41 su 3255 pari all’ 1.3% in tutta Italia e 4 in Emilia Romagna).
In particolare Elena Talarico è stata la migliore del nostro Liceo. Vedi il suo video sul canale youtube del Premio Asimov 2020

Nella categoria “recensione singolo libro” sono stati premiati (3 vincitori per ogni libro in tutta l’Emilia Romagna a parte “Matematica d’evasione che sono stati 5 per effetto di alcuni pari merito)

Hello World Sergio Maiorca (3Dsa), Cristina Secchieri (3Fsa)
Il pianeta umano: Simone Pipola  (3Dsa)
L’algoritmo e l’oracolo: Elena Talarico  (3B)
Matematica d’evasione: Antonio Nicosia  (3B)

Inoltre altri studenti del Liceo Sabin ritenuti meritevoli di menzione speciale (avendo ottenuto votazione uguale o superiore ad 8 (soltanto il 16% delle oltre 3250 recensioni sottomesse hanno ottenuto un tale giudizio)
Pietro Menci (3Fsa)
Rebeca Francelino Silva (3B)
Vittoria Gramaccioni (3B)
Rebecca Malaguti (3Fsa)
Giulia Edera Caporale (3Fsa)

Il “Premio Asimov” è un riconoscimento riservato ad opere di divulgazione e di saggistica scientifica particolarmente meritevoli. attraverso la valutazione e la lettura critica delle opere in gara. Nasce da un’idea del fisico Francesco Vissani, che si è ispirato ad analoghe iniziative della Royal Society. Inizialmente istituito dal Gran Sasso Science Institute (GSSI) dell’Aquila, grazie alla collaborazione dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) e di molte altre realtà scientifiche, si qualifica oggi come Premio di livello nazionale.
Esso ha come protagonisti gli autori delle opere in lizza e migliaia di studenti da tutta Italia che decretano il vincitore con i loro voti e con le loro recensioni, a loro volta valutate e premiate. Il Premio intende avvicinare le giovani generazioni alla cultura scientifica, attraverso la valutazione e la lettura critica delle opere in gara.